Visualizza menu Visualizza campo di ricerca
Visualizza menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia precedente

Il femminicidio di Maria Miotto a Faenza

Vittima:
Maria Miotto
Killer:
Franco Valgimigli
Località:
Faenza
Data:
5 agosto 2019
Uno scorcio panoramico di Faenza in high dynamic range
Uno scorcio panoramico di Faenza in high dynamic range (di PMorelli1969, licenza CC BY-SA 4.0)
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Uno scorcio panoramico di Faenza in high dynamic range
Uno scorcio panoramico di Faenza in high dynamic range (di PMorelli1969, licenza CC BY-SA 4.0)

La signora Maria Miotto, 79 anni, è stata uccisa da suo marito Franco Valgimigli, 87 anni, il 5 agosto 2019. La tragedia si è consumata nelle prime ore del mattino nella loro abitazione di via Boschi a Faenza in provincia di Ravenna. L'uomo avrebbe premeditato il delitto preparando un cappio col quale si sarebbe dovuto suicidare dopo aver colpito la moglie a martellate mentre dormiva nel letto. La donna non è morta all'istante e l'ottantasettenne, probabilmente in preda alla disperazione, ha chiamato la figlia comunicandole che la mamma non stava bene. Avrebbe anche inviato un messaggio annunciando l'intenzione di togliersi la vita. La figlia dunque si è precipitata a casa dei genitori allertando i soccorsi. L'uomo non avrebbe trovato la forza di compiere il gesto estremo ed è stato ritrovato in stato confusionale dai parenti e dai medici giunti sul posto mentre l'anziana, gravemente ferita ma ancora in vita, è stata trasportata all'ospedale. Purtroppo le sue condizioni erano molto critiche e non è riuscita a sopravvivere. È morta poche ore dopo.

Nell'appartamento sarebbero stati ritrovati dei biglietti in cui il signor Franco avrebbe scritto le motivazioni del suo comportamento, presumibilmente legate alle difficoltà di vita durante la vecchiaia. L'anziano è stato arrestato e, interrogato dai carabinieri, ha confessato di aver aggredito la moglie senza però fornire un movente. È stato trasportato al reparto di psichiatria dell'ospedale di Ravenna, accusato di omicidio volontario aggravato.‍[1][2]

Note

  1. ^ Faenza, ammazza la moglie a martellate. L'uomo aveva pianificato tutto: prima ucciderla e poi togliersi la vita impiccandosi. RavennaNotizie.it. Archiviato dall'originale. Consultato il 7 agosto 2019.
  2. ^ Uccide la moglie a martellate, disposta l'autopsia: "Chiederemo una perizia per l'anziano omicida". Ravenna Today. Archiviato dall'originale. Consultato il 7 agosto 2019.
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.