Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Il femminicidio di Rosa Nasoni a Torvaianica di Pomezia

Vittima:
Rosa Nasoni
Presunto killer:
Christian Guerra
Località:
Torvaianica di Pomezia
Data:
11 dicembre 2019
Foto di Torvaianica

Foto di Torvaianica (di Ra Boe, licenza CC BY-SA 3.0)

Voce su Rosa Nasoni

Foto di Torvaianica

Foto di Torvaianica (di Ra Boe, licenza CC BY-SA 3.0)

Il corpo senza vita di Rosa Nasoni, 76 anni, è stato ritrovato l'11 dicembre 2019 in un'abitazione della zona di Martin Pescatore, nella frazione di Torvaianica del comune di Pomezia in provincia di Roma.

La donna viveva in quella casa insieme alla figlia e al suo nuovo genero, Mario Guerra, 59 anni. Quest'ultimo, in mattinata, stava cercando suo figlio, Christian Guerra, 19 anni: non trovandolo nella sua camera, ha controllato in giro per l'appartamento e lo ha rinvenuto nella stanza dell'anziana signora. Era seduto sul letto mentre la 76enne presentava una ferita alla testa.

L'uomo ha subito chiamato i soccorsi e il diciannovenne è stato interrogato dagli inquirenti della procura di Velletri. Rispondendo alle domande, ha confessato il delitto. Il giovane avrebbe aggredito l'anziana donna fino a stroncarle la vita, ma al momento il movente è sconosciuto. Il ragazzo è stato arrestato con l'accusa di omicidio volontario.‍‍[1]‍‍[2]

Note

  1. Omicidio a Torvaianica, delitto in villa: aggredita e strangolata in camera da letto. RomaToday. Archiviato dall'originale. Consultato il 12 dicembre 2019.
  2. Omicidio a Pomezia, arrestato un 19enne. Anziana colpita a pugni e strangolata. LatinaToday. Archiviato dall'originale. Consultato il 12 dicembre 2019.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.