Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

L'omicidio di Silvia Ronco a Orbassano

Vittima:
Silvia Ronco
Presunta killer:
Maria Capello
Località:
Orbassano
Data:
8 dicembre 2019
Piazza Umberto I a Orbassano in provincia di Torino
Piazza Umberto I a Orbassano in provincia di Torino
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Piazza Umberto I a Orbassano in provincia di Torino
Piazza Umberto I a Orbassano in provincia di Torino

Il corpo senza vita di Silvia Ronco, 42 anni, è stato rinvenuto la mattina dell'8 dicembre 2019 nell'abitazione dei genitori a Orbassano in provincia di Torino.‍[1][2] La vittima era disabile, soffriva di cerebropatia ed era ospite della comunità Le Nuvole di Collegno, ma nei fine settimana faceva visita ai parenti.‍[3][4]

Il padre Clemente Ronco, 87 anni si era svegliato recandosi nella stanza dove Silvia dormiva insieme alla madre, Maria Capello, 85 anni. Davanti ai suoi occhi è apparsa la tragedia: moglie e figlia erano l'una accanto all'altra, distese esanimi nello stesso letto. La quarantaduenne presentava profonde ferite alla testa. Nelle vicinanze, schizzi di sangue e un martello, utilizzato dall'anziana donna per colpire la vittima. Il signor Clemente ha subito dato l'allarme avvertendo i soccorsi e i carabinieri. All'arrivo dei sanitari, per la Silvia non c'è stato nulla da fare, era già deceduta. La signora Maria invece era in stato confusionale, aveva assunto dei farmaci, probabilmente nel tentativo di suicidarsi e andarsene via insieme alla figlia che assisteva sin dalla nascita a causa della sua disabilità. Trasportata d'urgenza in ospedale, è stata ricoverata in gravi condizioni, ma è riuscita a salvarsi. Il gesto è stato presumibilmente compiuto in preda alla disperazione nel vedere, giorno dopo giorno, Silvia soffrire per il proprio malessere.‍[3][5]

Note

  1. ^ Mamma uccide la figlia disabile a martellate. Dramma in un alloggio di Orbassano. TorinoSud.it. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 dicembre 2019.
  2. ^ Orbassano: disabile uccisa dalla madre a martellate, un dramma tra le mura domestiche. L'Eco del Chisone. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 dicembre 2019.
  3. ^ a b Dramma nel Torinese, madre uccide a martellate la figlia disabile di 42 anni: "Ora hai finito di soffrire". Il Secolo XIX. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 dicembre 2019.
  4. ^ Dramma a Orbassano, nel Torinese: a 85 anni uccide a martellate la figlia disabile. Repubblica.it. Archiviato dall'originale. Consultato l'8 dicembre 2019.
  5. ^ Orbassano, uccide la figlia disabile: "La madre chiedeva di ricoverarsi con lei". La Stampa. Archiviato dall'originale. Consultato il 9 dicembre 2019.
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.