Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

L'omicidio di Maria Pia Reale a Corfinio

Vittima:
Maria Pia Reale
Killer:
Enrico Marrama
Località:
Corfinio
Data:
28 giugno 2020
La basilica concattedrale di San Pelino a Corfinio in provincia de L'Aquila dove si sono svolti i funerali di Maria Pia Reale
La basilica concattedrale di San Pelino a Corfinio in provincia de L'Aquila dove si sono svolti i funerali di Maria Pia Reale (di Marica Massaro, licenza CC BY-SA 4.0)
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
La basilica concattedrale di San Pelino a Corfinio in provincia de L'Aquila dove si sono svolti i funerali di Maria Pia Reale
La basilica concattedrale di San Pelino a Corfinio in provincia de L'Aquila dove si sono svolti i funerali di Maria Pia Reale (di Marica Massaro, licenza CC BY-SA 4.0)

Maria Pia Reale, 68 anni, è stata uccisa a dal marito Enrico Marrama, 70 anni, il 28 giugno 2020 a Corfinio in provincia de L'Aquila.‍[1]

L'omicidio è avvenuto nell'abitazione dove la coppia risiedeva. Tra i due sarebbe scoppiata una lite la sera del 27 giugno, poi continuata la mattinata seguente che è sfociata nella violenta aggressione da parte del settantenne. L'uomo avrebbe colpito la moglie con un corpo contundente, provocandole un grave trauma cranico, dopodiché ha utilizzato un coltello nel tentativo di suicidarsi, trafiggendosi il petto.‍[2]

A dare l'allarme è stato il figlio della coppia. I soccorsi giunti sul posto hanno rinvenuto la sessantottenne già deceduta, mentre Marrama era ancora in vita, seppur in gravissime condizioni. Trasportato in ospedale, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico, ma non ce l'ha fatta a sopravvivere. In serata è morto anche lui.‍[3]

Il settantenne soffriva di alcuni disturbi, era rientrato a casa il giorno precedente in seguito a un periodo di degenza nell'ospedale San Salvatore dell’Aquila. Durante il lockdown per la pandemia di Coronavirus, l'uomo si era allontanato da casa in auto per poi essere ritrovato in stato confusionale.‍[1] Nelle settimane precedenti alla tragedia, aveva tentato il suicidio con un mix di farmaci.‍[2]

Note

  1. ^ a b Uccide moglie e poi tenta suicidio. Tragedia a Corfinio, vittima ex insegnante. Abruzzo Web. Archiviato dall'originale. Consultato il 29 giugno 2020.
  2. ^ a b Omicidio-suicidio Corfinio: per la donna fatale un trauma cranico. Onda Tv. Archiviato dall'originale. Consultato l'1 luglio 2020.
  3. ^ Tragedia a Corfinio, muore in ospedale anche il marito omicida. ReteAbruzzo.com. Archiviato dall'originale. Consultato il 29 giugno 2020.
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.