Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

L'omicidio di Giuseppina Pardo a Niscemi

Vittima:
Giuseppina Pardo
Killer:
Vincenzo Buccheri
Località:
Niscemi
Data:
18 maggio 2020
Foto della Chiesa dell'Addolorata, vista dalla sagrestia della chiesa Madre Santa Maria d'Itria, a Niscemi in provincia di Caltanissetta
Foto della Chiesa dell'Addolorata, vista dalla sagrestia della chiesa Madre Santa Maria d'Itria, a Niscemi in provincia di Caltanissetta (di Fabio Reale, licenza CC BY-SA 4.0)
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Foto della Chiesa dell'Addolorata, vista dalla sagrestia della chiesa Madre Santa Maria d'Itria, a Niscemi in provincia di Caltanissetta
Foto della Chiesa dell'Addolorata, vista dalla sagrestia della chiesa Madre Santa Maria d'Itria, a Niscemi in provincia di Caltanissetta (di Fabio Reale, licenza CC BY-SA 4.0)

Il corpo senza vita di Giuseppina Pardo, 66 anni, è stato rinvenuto la mattina del 18 maggio 2020 nella sua abitazione di Niscemi in provincia di Caltanissetta.‍[1][2]

A compiere la tragica scoperta sarebbe stato il figlio della donna, mentre ad allertare i soccorsi, dopo aver sentito delle urla provenire dall'appartamento, sarebbero stati i vicini di casa. Secondo le ricostruzioni, il marito della vittima, Vincenzo Buccheri, 67 anni, dopo aver compiuto il delitto si è recato alla caserma dei carabinieri, con gli indumenti ancora sporchi di sangue, confessando l'omicidio. La sessantaseienne è stata accoltellata e il colpo letale sarebbe stato sferrato alla gola.

L'uomo si sarebbe dovuto sottoporre a trattamento sanitario obbligatorio: da tempo avrebbe manifestato segni di disturbi o una forma di depressione. La coppia ha anche un'altra figlia che vive nel nord Italia. Da parte della famiglia non erano mai pervenute segnalazioni di violenza domestica.‍[3][4]

Note

  1. Femminicidio a Niscemi: pensionato uccide la moglie con una coltellata al collo. la Repubblica. Archiviato dall'originale. Consultato il 18 maggio 2020.
  2. "Ho ammazzato mia moglie", pensionato si costituisce a Niscemi. Adnkronos. Archiviato dall'originale. Consultato il 18 maggio 2020.
  3. Femminicidio a Niscemi, pensionato uccide la moglie con un tagliacarte e si costituisce: fermato. Giornale di Sicilia. Archiviato dall'originale. Consultato il 18 maggio 2020.
  4. Niscemi, pensionato uccide la moglie: omicida doveva essere sottoposto a Tso. La Sicilia. Archiviato dall'originale. Consultato il 18 maggio 2020.
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.