Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Omicidio Gerarda Di Gregorio. Ieri i funerali di Nicola Russo a S.Sossio Baronia. Il figlio ancora lotta tra la vita e la morte.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di PBaronia, licenza CC BY-SA 4.0)

Nella giornata di ieri, nella chiesa di Santa Maria dell'Assunta a San Sossio Baronia in provincia di Avellino, si sono tenuti i funerali di Nicola Russo, l'irpino che lo scorso 23 maggio ha ucciso a colpi di pistola la moglie per poi togliersi la vita con la stessa arma da fuoco.

La tragedia era avvenuta di mattina nel quartiere Primavalle di Roma. Il 67enne aveva aggredito la coniuge dalla quale si stava separando al culmine di una violenta lite. La coppia era originaria di San Sossio Baronia, ma si erano da tempo trasferiti nella capitale.

Quella mattina in difesa della vittima, Gerarda Di Gregorio, era intervenuto il figlio di 44 anni, che aveva provato a disarmare il padre. Quest'ultimo però ha reagito, sparando e ferendo il figlio. Russo aveva poi rivolto l'arma coltro sé stesso, nel tentativo di suicidarsi.

Nonostante la disperata corsa in ospedale, nessuno dei due genitori ce l'ha fatta a sopravvivere, mentre il figlio, ha subito un'operazione all'addome e attualmente è in prognosi riservata. Secondo quanto si apprende al momento, starebbe ancora lottando tra la vita e la morte.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.