Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Alghero. Il giallo della morte di Speranza Ponti: attesa per le analisi sui resti della vittima.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di Benoît Prieur su Wikipedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Nei prossimi giorni saranno portate a termine delle analisi tossicologiche irripetibili sui resti del corpo di Speranza Ponti, la 50enne di Uri scomparsa a dicembre e il cui corpo senza vita è stato ritrovato il 31 gennaio scorso tra le sterpaglie di Monte Carru, ad Alghero.

L'ex compagno della donna, Massimiliano Farci, 53enne di Assemini è accusato di omicidio volontario, occultamento di cadavere, furto e uso improprio di bancomat. I parenti della vittima si sono costituiti parte civile e attendono l'esito delle indagini per poter seppellire degnamente la loro cara per il quale non si è potuto ancora disporre il funerale.

L'attività investigativa è ripresa dopo essere stata interrotta dal lockdown. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, a uccidere la donna sarebbe stato proprio Farci che, in seguito a numerosi depistaggi, il 30 gennaio scorso aveva ammesso ai carabinieri di Alghero di sapere della morte di Speranza. Secondo il suo racconto, però, lui l'avrebbe trovata priva di vita in casa per poi trasportarla in un luogo a lei caro, dove poi ha condotto anche gli investigatori per rinvenire i resti decomposti del cadavere. La versione resa non è stata ritenuta credibile.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.