Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Milano. Paolo Massari si difende nell'interrogatorio di garanzia: rapporto consenziente. Ma il gip convalida l'arresto.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia

Nell'interrogatorio di garanzia Paolo Massari ha raccontato al gip di Milano che nella notte tra sabato e domenica tra lui e la donna, un'ex compagna di scuola trovata terrorizzata e seminuda in strada, ci sarebbe stato un rapporto consensuale. La versione dell'uomo però non ha convinto il giudice che ha convalidato il suo arresto per violenza sessuale.

La vittima, 56 anni, imprenditrice, aveva accettato l'invito da parte del 54enne amico giornalista. Dopo un aperitivo, e con la prospettiva di andare a ristorante, Massari le avrebbe proposto di passare da casa per lasciare lo scooter e i caschi nel box e prendere l'auto. Una volta nel garage la donna sarebbe stata aggredita. Dopo lo stupro è riuscita a fuggire ed è stata soccorsa attorno alle 21.45 dalle volanti mentre con i vestiti strappati in strada chiedeva disperatamente aiuto.

La donna è stata quindi portata sanguinante alla clinica Mangiagalli, dove i medici hanno accertato la violenza subita. Diversi testimoni l'hanno vista correre e urlare in strada. Massari è stato portato nel carcere di San Vittore e ieri Mediaset lo "sospeso cautelativamente dal lavoro".

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.