Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Roma. San Lorenzo non dimentica Desirée Mariottini. Il ricordo con una scultura: la "Porta della Bellezza" di Otello Scatolini.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di LPLT su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Il quartiere San Lorenzo di Roma rende omaggio a Desirèe Mariottini con la "Porta della Bellezza". Il 21 giugno a partire dalle ore 17.00 in via dei Lucani, la strada dove la 16enne di Cisterna di Latina venne trovata barbaramente uccisa, all'interno di uno stabile diroccato, verrà presentata la scultura realizzata da Otello Scatolini.

L'iniziativa gode del patrocinio del Comune. La Porta della Bellezza è una "scultura di strada". In alcuni video presenti sui social lo scultore sottolinea: "L'opera nasce per reazione al terribile fatto di cronaca. Per realizzarla ho impiegato circa un anno e mezzo di lavoro ed è stata creata per ridare un'immagine reale del quartiere San Lorenzo, da sempre luogo aperto alla comunità, all'amicizia tra i popoli e al dialogo".

La sua opera lancia un messaggio: l'arte e la filolosofia possono riportare la bellezza in ogni luogo. Questa installazione artistica può essere per San Lorenzo, l'occasione per darsi nuova veste. La speranza dell'artista e delle persone che vivono lì è che questa sia solo la prima di tante attività che possano contrastare l'abbandono di un'area che a tratti è stata consegnata al degrado e che possa far rinascere l'orgoglio di un quartiere aperto e capace ancora di emozionare.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.