Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Nago Torbole. Omicidio Eleonora Perraro. Manfrini passa dai domiciliari al carcere. La perizia lo ha valutato capace di intendere.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di Zairon su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Sottoposto precedentemente ai domiciliari a causa del Coronavirus, nei giorni scorsi è tornato in carcere Marco Manfrini. Ora che le indagini si sono chiuse, lui resta l'unico imputato per il terribile omicidio di Eleonora Perraro uccisa barbaramente tra pungi, calci e morsi su tutto il corpo lo scorso settembre a Nago Torbole (Trento),

E così il suo ritorno in carcere rappresenta un atto di giustizia per la sorella di Eleonora, Erika, e per la famiglia. Una notizia che ha parzialmente lenito il loro dolore, capace di restituire un po' di giustizia ai parenti che non hano mai smesso di credere nella macchina processuale.

Solo pochi giorni fa i periti hanno confermato che Manfrini è capace di intendere e di volere e quindi ora, in caso di condanna, potrebbe rischiare anche l'ergastolo. Le indagini in questi 10 lunghi mesi sono andate avanti in maniera molto approfondita e con diverse analisi scientifiche.

Inoltre, dopo quasi un anno dalla tragica aggressione mortale, è stato dato il via libera alla tumulazione della salma della vittima.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.