Milano. Omicidio Adriana Signorelli. Il marito Aurelio Galluccio condannato all'ergastolo.

Immagine della notizia (Miniatura di Arbalete su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Ieri, 21 luglio, Aurelio Galluccio è stato condannato all'ergastolo dalla Corte d'Assise di Milano. L'uomo era accusato di aver ucciso, il 31 agosto dello scorso anno, a coltellate, la moglie Adriana Signorelli, 59 anni.

Secondo quanto ricostruito, la donna da almeno 8 anni subiva violenze, insulti e minacce da parte del marito. La vittima, quattro giorni prima di morire, aveva chiamato la polizia, tanto che si era attivata la procedura del "codice rosso".

Le venne consigliato di allontanarsi da casa e di andare a vivere dalla figlia, ma non lo fece. Galluccio era anche accusato di tentato omicidio perché la notte del delitto cercò di investire con la macchina gli agenti e la figlia della donna sotto casa, prima di essere bloccato.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.