Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Omicidio-suicidio a Portici (Napoli). Squarta la compagna a coltellate, poi si lancia nel vuoto.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di Ferdinando Scala (Rubra Mater) su it.wikipedia.org, licenza CC BY-SA 3.0)

Ha ucciso la compagna con un coltello da cucina e le ha trafitto il cuore più volte intorno al costato come a volere essere certo di averla ammazzata. Poi si è lanciato dalla finestra.

La tragedia si è consumata al terzo piano di uno stabile nel centro di Portici (Napoli). Lui, Giovanni Fabbrocini, 65 anni, disoccupato, lei Maria Adalgisa Nicolai, 59 anni, stimata ricercatrice della Facoltà di Agraria dell'Università Federico II, dove si era laureata nel 1991. I due convivevano, ma non in maniera costante.

Secondo alcune testimonianze, già nel pomeriggio avrebbero litigato, ma nulla poteva far presagire un epilogo del genere, anche perché non esisteva alcuna denuncia per maltrattamenti. A chiamare le forze dell'ordine, intorno alle 20, è stato un vicino che ha raccontato di aver sentito urlare una donna, spaventata per aver visto l'uomo precipitare.

Sul posto sono intervenuti i poliziotti e i carabinieri che per accedere in casa si sono dovuti arrampicare sull'impalcatura, montata su una parte dell'edificio per alcuni lavori di ristrutturazione. Sono entrati dalla finestra e si sono trovati davanti il corpo martoriato della vittima.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.