Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Portici. Omicidio Maria Adalgisa Nicolai. Il cuore della docente ricercatrice batterà per i bambini africani.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di Ferdinando Scala (Rubra Mater) su it.wikipedia.org, licenza CC BY-SA 3.0)

"Meticolosa, precisa, generosa, un po' burbera e schiva, ma dannatamente umana". Viene ricordata con queste parole Maria Adalgisa Nicolai, la ricercatrice e professoressa universitaria che ha avuto la sfortuna di conoscere, vivere e condividere la sua vita con l'uomo che le ha poi strappato il cuore, uccidendola.

Una donna tranquilla e una docente impeccabile "sempre a disposizione di tesisti e dottorandi" racconta Vincenzo Armini che per molto tempo ha lavorato con la professoressa Nicolai e oggi, in quanto presidente dell'associazione di volontariato NutriAfrica, ha deciso di dedicarle l'impianto NutriMax per la produzione di cibo per i bambini africani.

"Perché è giusto così. Perché è il minimo che si possa fare. Perché la memoria deve scuotere le coscienze e invogliare le istituzioni a intervenire per tutelare le donne. Perché tragedie come queste possano mai più verificarsi", Armini spiega così l'omaggio a quella professoressa uccisa brutalmente lo scorso 27 luglio nell'appartamento di via Libertà, a Portici (Napoli) dal compagno, Giovanni Fabbrocino che poi ha deciso di suicidarsi lanciandosi dal balcone di casa.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.