Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Roma Monte Mario. Un tassista 46enne accusato di aver violentato due clienti: sottoposto agli arresti domiciliari.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di H. Raab (Vesta su Wikimedia Commons), licenza CC BY-SA 4.0)

È stato arrestato a Roma un tassista di 46 anni ritenuto responsabile di due episodi di violenza sessuale nei confronti di due donne. I Carabinieri della Stazione di Roma Monte Mario hanno dato esecuzione a un'ordinanza di misura cautelare agli arresti domiciliari.

Il provvedimento rappresenta l'esito di un'attività investigativa che ha permesso di ricostruire, con esattezza, due diversi episodi avvenuti ad aprile 2017 e gennaio 2020 nei confronti rispettivamente di una ragazza statunitense e un'italiana.

L'indiziato, sfruttando la propria professione di tassista, spiegano gli inquirenti, dopo aver prelevato una 20enne americana e averla fatta accomodare nel sedile posteriore dell'autovettura, ha iniziato a palpeggiarle le parti intime nonostante le resistenze della stessa. Il tassista non sarebbe riuscito a completare il rapporto sessuale solo a causa della forte opposizione della giovane.

Nel secondo episodio, l'uomo avrebbe invece abusato di una 34enne romana, dopo averla accompagnata a casa mentre lei era completamente incosciente a causa dell'eccessivo consumo di bevande alcoliche. Sarebbe stato lo stesso autore del reato a contattare la vittima con l'intento di rivederla, informandola che i due avevano avuto un rapporto sessuale, la sera precedente.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.