Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Crema. Caso Sabrina Beccalli. Resti umani o di un cane? Per stabilirlo c'è sempre l'esame del DNA.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia

Domani, 8 settembre, all'istituto di medicina legale di Milano sarà sciolto il dilemma sui reperti e i tessuti di ciò che è rimasto di quanto trovato nella Panda bruciata di Sabrina Beccalli, la donna di 39 anni scomparsa lo scorso 15 agosto da Crema.

Tre consulenti incaricati dalla procura di Cremona dovranno occuparsi delle analisi, a cui si aggiungeranno anche i consulenti nominati delle due parti. Per Alessandro Pasini, il 45enne in carcere a Monza con le accuse di omicidio e distruzione di cadavere, la vittima era morta di overdose e lui l'avrebbe bruciata nell'auto data alle fiamme. Una versione alla quale inizialmente non era stato dato credito perché, secondo i veterinari che avevano esaminato i primi resti, all'interno dell'abitacolo sarebbe stato bruciato un cane.

Secondo il generale Garofano, incaricato come consulente dal legale della famiglia Beccalli, non sarà difficile né lungo conoscere la natura di quei circa 30 reperti trovati nell'auto bruciata per stabilire se avevano ragione i veterinari oppure se Pasini racconta la verità. Se le ossa risultassero umane, allora servirà l'esame del DNA per poterle attribuire con certezza alla vittima. In questo caso ci vorrebbero da una a due settimane per ottenere un responso certo.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.