Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Marconia di Pisticci. Minorenni violentate durante una festa: 4 arrestati e 3 indagati, ma ci sarebbe anche un ottavo aggressore.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di Cinzia Astorino su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Hanno tra i 19 e i 23 anni i quattro giovani arrestati per la violenza sessuale ai danni di due turiste minorenni inglesi. Lo ha riferito il pm di Matera, Pietro Argentino, durante la conferenza stampa avvenuta stamane. Altre tre persone sono indagate ma, a quanto si apprende, ci sarebbe stata anche un'ottava persona a partecipare allo stupro.

Come ricostruito dagli inquirenti, alle 3.30 della notte tra il 6 e 7 settembre, le minorenni avevano chiamato il 118 riferendo di aver subito una violenza sessuale da parte di un gruppo di ragazzi. I fatti sarebbero avvenuti intorno alle ore 00.30 nel giardino di una villa a Marconia di Pisticci (Matera) in cui si teneva una festa privata. Dopo essere state visitate e trasportate in ospedale, le minorenni, che non comprendevano bene la lingua italiana, venivano ascoltate in forma protetta dagli inquirenti e da consulenti psicologhe.

Con una ricostruzione precisa dei fatti, raccontavano che, poco dopo essere arrivate alla festa, erano state avvicinate da due degli indagati, che non avevano mai visto prima. Gli stessi, in un primo momento, erano riusciti a instaurare con loro un rapporto amichevole. Successivamente, approfittando anche dello stato di alterazione psichica delle ragazze, dovuto all'assunzione di alcool, si erano avvicinate a loro altre persone.

Uno di questi ha spinto con forza una delle due minorenni in una zona buia sul retro della villa, seguito dagli altri tre e dall'altra ragazza. Giunti in un campo, sarebbero state perpetrate due distinte violenze sessuali nei confronti delle vittime, sia da parte dei quattro arrestati, che da parte di altri quattro soggetti, tre dei quali, al momento, indagati in stato di libertà. Le violenze si sarebbero protratte per circa 15 minuti.

Nell'ambito delle indagini sono state ascoltate diverse persone e analizzate le immagini delle telecamere di sorveglianza della villa, riportate dalla Gazzetta del Mezzogiorno, che hanno inquadrato le fasi immediatamente precedenti ed immediatamente successive alle violenze sessuali, fornendo così un indubbio riscontro al racconto delle vittime.

Sono in corso ulteriori accertamenti per risalire all'identità dell'ottavo autore delle violenze. I quattro arrestati sono stati condotti nel carcere di Matera.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.