Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Bitetto (Bari). Uccide il nuovo compagno dell'ex ragazza: la vendetta compiuta per gelosia. Arrestato un 26enne.

Miniatura della notizia (Miniatura di Frascolla su http://rilievo.stereofot.it (caricata su Wikimedia Commons), licenza CC BY-SA 4.0)

Un 26enne di Bitetto (Bari), Nicola Brescia, è stato ucciso a coltellate questa notte durante un litigio con l'ex compagno della sua fidanzata. Feriti anche la ragazza, 22enne, e il padre della vittima di 50 anni, entrambi ricoverati rispettivamente all'ospedale Di Venere di Carbonara e al San Paolo: sottoposti a intervento chirurgico, non sarebbero in pericolo di vita.

L'autore dell'accoltellamento è un pregiudicato, anche lui 26enne, bloccato poco dopo il fatto e arrestato in flagranza con le accuse di omicidio volontario e duplice tentato omicidio: l'uomo, in mattinata, ha confessato le proprie responsabilità.

Il delitto è avvenuto intorno alle 3.30, sotto l'abitazione della vittima, nel centro di Bitetto. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, l'assassino, che aveva appreso della nuova relazione della sua ex compagna, considerandola un tradimento, avrebbe citofonato al palazzo dove viveva la vittima. Sarebbe sceso in strada prima il padre, poi il ragazzo ucciso e la 22enne al centro della contesa.

Al culmine del litigio il 26enne, con un coltello, ha ferito mortalmente Brescia con almeno cinque fendenti. Ha accoltellato anche la ex compagna e il padre della vittima. Quando il 118 è arrivato sul luogo del delitto, ha tentato invano di rianimare Brescia, ma era già deceduto. I carabinieri successivamente hanno rintracciato l'assassino, che nel frattempo era fuggito.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.