Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Caivano. Convalidato il fermo per Antonio Gaglione, accusato dell'omicidio preterintenzionale della sorella Maria Paola.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia

Il gip di Nola ha convalidato il fermo richiesto dal pm nei confronti di Michele Antonio Gaglione, il 30enne originario di Caivano (Napoli) accusato di aver ucciso la sorella Maria Paola speronandola mentre era in scooter. L'accusa è di omicidio preterintenzionale.

La vittima si trovava insieme al fidanzato, Ciro Migliore, sopravvissuto all'incidente e ricoverato in ospedale. Gaglione si opponeva alla relazione della sorella poiché Ciro è un transessuale. Già più volte in passato avrebbe minacciato il ragazzo per costringerlo a lasciare Maria Paola.

Nel corso dell'udienza, l'indiziato si è difeso sostenendo di non voler far del male alla sorella, confermando dunque la versione avanzata dai suoi familiari, cioè che si sia trattato di un incidente fortuito e non di una azione eseguita volutamente: "Maria Paola ha fatto le valigie e se n'è andata. Quando Antonio l'ha vista in sella allo scooter, l'ha inseguita con la sua moto, ma per chiederle di tornare a casa, per parlarle, per farla ragionare. Era andata via senza spiegazioni e tutta la famiglia era disperata".

Purtroppo però la 18enne ha perso la vita e il fratello dovrà rispondere dell'accusa di omicidio preterintenzionale aggravato dai futili motivi.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.