Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Marconia di Pisticci. Minorenni violentate: il branco si avvale della facoltà di non rispondere. Il gip dispone nuovi accertamenti.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di Cinzia Astorino su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Negli interrogatori di garanzia davanti al gip di Matera, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere i quattro giovani arrestati dalla Polizia per la violenza sessuale di gruppo subita da due turiste minorenni inglesi, di 16 e 15 anni, durante una festa in una villa di Marconia, frazione di Pisticci (Matera), la notte tra il 7 e l'8 settembre scorso.

Nelle prossime ore il giudice dovrebbe convalidare gli arresti di Michele Masiello (23 anni), Alberto Lopatriello (22), Alessandro Zuccaro (21) e Giuseppe Gargano (19). Nei prossimi giorni si terranno anche gli interrogatori di garanzia degli altri tre indagati, tra i quali ci sono due cantanti trapper, Michele Leone ed Egidio Andriulli, in arte Red Michael e Meus Deus. Il terzo indagato si chiama Rocco Lionetti.

In vista dell'incidente probatorio, che si dovrebbe tenere entro il fine settimana, la procura di Matera ha disposto nuovi accertamenti sulla posizione dei sette giovani indagati (di cui quattro in carcere). Le due turiste minorenni inglesi dovranno restare in Italia proprio fino allo svolgimento dell'incidente probatorio.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.