Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Barge. Omicidio Anna Piccato. Concluso il processo di primo grado a carico di Daniele Ermanno Bianco: condannato all'ergastolo.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di F Ceragioli su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Si è concluso in Tribunale a Cuneo il processo di primo grado a carico di Daniele Ermanno Bianco, muratore di Barge reo confesso dell'omicidio di Anna Piccato, pensionata di 70 anni uccisa la mattina del 23 gennaio 2019. L'imputato è stato condannato all'ergastolo.

Nel corso dell'ultimo interrogatorio, Bianco aveva sostenuto di attraversare un momento di grave difficoltà economica, circostanza che lo avrebbe spinto a decidere di rapinare la vittima. Dopo averla ripetutamente colpita in testa con una chiave inglese, togliendole la vita, il malintenzionato aveva sfilato il giubbotto della vittima impossessandosi di 3 euro e altri pochi spiccioli.

Si era poi allontanato verso il centro del paese. Lungo il tragitto per recarsi in un bar, dove ha consumato una birra, Bianco si è accorto di essersi macchiato di sangue. A quel punto ha avvolto la chiave inglese all'interno del proprio giaccone e ha gettato il tutto all'interno di un cassonetto. In seguito è rientrato a casa, dove si è cambiato gli abiti ed è ripartito per Pinerolo, luogo in cui nelle ore successive è stato rintracciato e fermato dai carabinieri.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza cookie analitici e di profilazione. Puoi consultare ulteriori informazioni e negare il consenso al loro utilizzo accedendo all'informativa estesa presente alla pagina cookie policy. Cliccando su OK o continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.