Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Perugia. Chiama il 113 dopo essere stata presa a calci e pugni dal marito: arrestato un 56enne pregiudicato.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia

Arrestato in flagranza per maltrattamenti in famiglia. Un italiano di 56 anni, già noto alle forze dell'ordine per precedenti specifici, è stato fermato dalla Polizia di Perugia e ieri mattina, 18 settembre, è comparso davanti al giudice per l'udienza di convalida all'esito della quale gli è stato imposto il divieto di avvicinamento alla moglie.

La donna nel frattempo è stata trasferita in un luogo protetto. Tutto è accaduto poche sere fa: alla centrale operativa della questura è arrivata la telefonata di una donna di 49 anni terrorizzata perché il marito l'aveva presa a calci e pugni dopo essere rientrato a casa ubriaco e alterato dall'eroina.

L'uomo ha reagito scaraventando a terra e contro di lei una pentola con dentro il sugo, mentre continuava a dare in escandescenze. All'arrivo degli agenti la situazione non è migliorata tanto che ha cercato di aggredire anche loro. Il 56enne, che a carico ha già numerosi pregiudizi di polizia, è stato dunque arrestato. L'individuo era già stato arrestato nel 2012 e l'anno scorso era stato denunciato dalla moglia, sempre per violenza di genere.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.