Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Maltrattamenti in famiglia a Ercolano. Arrestati due mariti che picchiavano le rispettive mogli.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di Dommaria su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

I Carabinieri della tenenza di Ercolano, insieme a quelli della sezione operativa della compagnia di Torre del Greco (Napoli), hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale un 56enne del posto.

Allertati dal 112, i militari hanno trovato l'uomo all'interno della sua abitazione insieme alla moglie convivente. Dopo l'ennesima lite, la vittima era stata presa a pugni e schiaffi dal coniuge. Il 56enne, in presenza dei carabinieri, ha minacciato di morte la donna. L'uomo è stato arrestato e condotto in carcere.

Sempre a Ercolano è avvenuto un secondo episodio simile: un 50enne del posto è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia. Nell'ultima delle tante liti con la moglie, l'uomo ha picchiato la vittima all'interno del loro appartamento. La donna, presa a pugni e schiaffeggiata, è riuscita a rifugiarsi in una stanza dell'abitazione e ha chiamato il 112.

I militari dell'Arma hanno trovato il 50enne davanti casa che, alla vista dei carabinieri, ha tentato di fuggire mettendosi a bordo della propria auto. Ne è nato un inseguimento durato pochi minuti. I militari sono riusciti a bloccarlo. La donna, trasportata in ospedale, ne avrà per 30 giorni a causa delle lesioni subite.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.