Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Urago Mella di Brescia. Donna ricoverata in ospedale con ustioni su tutto il corpo: arrestato il marito per tentato omicidio.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di Wolfgang Moroder su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Il marito in accusato di tentato omicidio, la moglie in ospedale con ustioni su tutto il corpo. Tutto è successo domenica sera tra le 22 e le 23 in una palazzina a Urago Mella, frazione di Brescia, dove a seguito di una chiamata al 112 sono intervenuti i Carabinieri e i Vigili del fuoco.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Abderrahim Senbel avrebbe dato fuoco alla moglie, Mina Safine. All'arrivo dei soccorsi pare che la vittima fosse ancora in parte avvolta dalle fiamme, mentre bruciava anche l'appartamento. La donna è stata trasportata in gravissime condizioni all'ospedale Civile del capoluogo, dove si trova tuttora ricoverata.

L'uomo è stato arrestato e condotto in carcere. I militari stanno indagando sulla drammatica vicenda nell'ambito della quale ci sono ancora degli elementi da chiarire. Non si esclude alcuna pista, nemmeno quella del gesto estremo, ma l'ipotesi più accreditata sembra essere quella del tentato omicidio.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.