Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Venaria. Omicidio Maria Masi. La testimonianza di un'amica: "La Targia l'aveva minacciata di bruciarla in casa insieme ai figli".

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia

Camilla, un'amica con cui Maria Masi sabato sera avrebbe dovuto andare a cena, racconta oggi a Repubblica che la vittima era stata minacciata e aveva paura dell'ex marito Antonino La Targia.

"Aveva minacciato anche me e tutti quelli che le stavano intorno. È successo tutto una quindicina di giorni fa. Una volta era arrivato a dirle che avrebbe bruciato la casa con lei e i bambini dentro. Un'altra volta, al campo da calcio dove giocano i figli, aveva urlato che le avrebbe gettato dell'acido in faccia.

Il 30 agosto dopo una lite in casa i genitori della donna avevano chiesto l'intervento dei carabinieri. Maria era stata convocata dai militari, ma non aveva voluto sporgere denuncia. Repubblica Torino racconta che quella breve conversazione in caserma era comunque finita, il giorno successivo, in un fascicolo per atti relativi in procura a Ivrea.

La procedura non aveva seguito l'iter del codice rosso, specifico per le donne vittime di violenza perché, stando al racconto della donna a fine estate, non c'erano gli estremi per attivarlo.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.