Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Martinsicuro. Schiaffi e testate all'ex compagna minacciata di morte. Un 40enne sottoposto agli arresti domiciliari.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di Franco aq su it.wikipedia.org, licenza CC BY-SA 3.0)

Stanca dei reiterati comportamenti pervicaci del compagno violento, si era convinta a troncare la relazione e ad allontanarsi da lui. Ma l'uomo, un 40enne di Martinsicuro (Teramo) non si era rassegnato all'idea di essere stato lasciato, dando luogo a comportamenti di controllo e di pressione psicologica al limite della morbosità.

Diversi gli episodi in cui ha insultato e maltrattato la donna con la quale aveva convissuto, arrivando anche a minacciarla di morte. La vittima aveva deciso di denunciare tutto ai Carabinieri. Dal racconto è emerso che, in una circostanza, a fine agosto scorso, incontrandola sotto casa, prima l'aveva colpita una manata sulla testa e poi l'ha picchiata con diversi schiaffi al viso e una testata al volto.

Le lesioni erano state giudicate guaribile dai sanitari del Pronto Soccorso di San Benedetto del Tronto in 10 giorni. In seguito alla denuncia, è stato applicato il Codice Rosso previsto per il reato di atti persecutori, disponendo così gli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.