Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Cremona. Omicidio della piccola Gloria. "Morta dissanguata dopo una lenta agonia. Se soccorsa in tempo si sarebbe potuta salvare".

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di trolvag su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

"La piccola Gloria è morta per dissanguamento, le ferite al polmone e all'addome non erano mortali, se tempestivamente soccorsa si sarebbe potuta salvare". È la sintesi di quanto riferito dal medico legale Margherita Fornaciari, una delle testimoni sentite stamattina alla Corte d'Assise di Cremona nell'ambito del processo a carico del padre della vittima, Kouao Jacob Danho, 38 anni.

L'ora della morte è stata stimata intorno alle ore 13.00, e il decesso è avvenuto a distanza di 8-11 ore dal al ritrovamento del cadavere. Dunque Gloria "ha sofferto un'agonia della durata stimabile tra la mezz'ora ed alcune ore, forse tre". L'omicidio si era consumato nell'appartamento di via Massarotti dove l'ivoriano si risiedeva mentre l'ex compagna e la figlia erano ospiti di una casa protetta.

Il 38enne aveva confessato il delitto diverse settimane dopo i fatti, mentre in un primo tempo aveva puntato il dito contro un fantomatico rapinatore. Il movente è quello della vendetta: Jacob aveva ucciso la figlia di 2 anni per vendicarsi dell'ex compagna che non ne voleva più sapere di ritonare con lui.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.