Menu Ricerca voce
Menu

Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Frosinone. Omicidio Gloria Pompili del 2017. Stasera "Un Giorno in Pretura" alle 23.55 su Rai3 ripercorre le tappe del processo.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger Condividi su Telegram Condividi su Skype Scegli dove condividere
a–
a+
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Whatsapp Condividi su Facebook Messenger
Miniatura della notizia (Miniatura di Pietro Scerrato su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY 3.0)

È dedicata a Gloria Pompili la puntata di stasera, sabato 10 ottobre alle ore 23.55, del programma "Un Giorno in Pretura" su Rai 3. La giovane di 23 anni, nata e cresciuta a Frosinone, è morta in seguito a un brutale pestaggio la sera del 23 agosto 2017 sulla strada Monti Lepini a Prossedi (Latina).

La trasmissione, condotta da Roberta Petrelluzzi, ripercorre le tappe del processo che ha visto tra gli imputati la cugina della madre della 23enne, Loide Del Prete, e il suo compagno, Saad Mohamed, arrestati nel settembre del 2017 con le accuse di omicidio come conseguenza di maltrattamenti oltre che di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, e poi condannati a 24 anni di reclusione.

La sera de 23 agosto 2017 la vittima si era sentita male mentre era in auto con i suoi due figli, di 5 e 3 anni, e i due parenti, che ogni mattina la accompagnavano a prostituirsi sulla strada, nella zona tra Anzio e Nettuno. La 23enne subiva vessazioni quotidiane ed era stata pestata anche quel giorno: un'aggressione talmente violenta da esserle fatale.

Condividi su Telegram Condividi su Skype Condividi su Pinterest Scegli dove condividere
FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.