Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Tribunale di Trieste. Omicidio Tatiana Tulissi del 2008. Richiesta la conferma della condanna di primo grado per Paolo Calligaris.

Miniatura della notizia

Nella nuova udienza alla Corte d'Appello di Trieste il pm ha richiesto la conferma della condanna pronunciata in primo grado nei confronti di Paolo Calligaris, l'imprenditore di Manzano (Udine) che è stato condannato, con rito abbreviato, a 16 anni di reclusione per l'omicidio volontario della compagna Tatiana Tulissi, avvenuto nel 2008.

Nelle udienze precedenti era stato ricostruito il rumore della marmitta prodotta dal buggy del figlio di Calligaris, allora minorenne. Suono che, secondo la difesa dell'imprenditore, avrebbe potuto essere scambiato per colpi di arma da fuoco.

Di diverso avviso la pubblica accusa che invece continua a sostenere le ricostruzioni delle indagini, ovvero che la vittima fu uccisa con diversi colpi di pistola. La richiesta di conferma della condanna è stata avanzata anche dalla parte civile che rappresenta la famiglia della vittima.

Nel frattempo Calligaris, che si è sempre dichiarato innocente, resta libero. Nei suoi confronti non è stata applicata alcuna misura cautelare.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.