Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Teramo. Perseguitava l'ex moglie nonostante il divieto di avvicinamento e le denunce: un 63enne arrestato per stalking.

Miniatura della notizia (Miniatura di Interminatispazi su it.wikipedia.org, licenza CC BY-SA 4.0)

La donna, già vittima di maltrattamenti, nei giorni precedenti aveva allertato la Sezione Volanti sulla presenza dell'uomo nei pressi della sua abitazione, nonostante a suo carico vi fosse già un provvedimento di divieto, correlato con il divieto anche di permanere nel Capoluogo.

L'angosciosa situazione aveva generato nella donna un forte stato di timore per il pericolo che sentiva di correre considerata l'indole violenta dell'uomo. Per nulla intimorito dal provvedimento di divieto, eludendo la disposizione del Gip di Teramo si è recato sotto l'abitazione della donna: ha suonato ripetutamente il campanello per poi darsi alla fuga.

L'uomo tratto in arresto, peraltro, si era reso responsabile anche del reato di danneggiamento per aver preso a calci e pugni il portone di ingresso e la cassetta delle lettere. Allertata la polizia, una pattuglia si è messa alla ricerca dell'uomo, peraltro senza fissa dimora: nel pomeriggio una Volante lo ha trovato nei pressi di un bar cittadino.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.