Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Crema. Omicidio Sabrina Beccalli. Ancona non depositata la relazione del test del DNA: ci sarà una probabile proroga.

Miniatura della notizia

Si preannunciavano decisivi, i giorni scorsi, per l'inchiesta sulla morte di Sabrina Beccalli e quindi per il destino giudiziario di Alessandro Pasini, l'impiegato di Crema in carcere dal 18 agosto con le accuse di omicidio e distruzione il cadavere.

Ma sabato sono scaduti i due mesi di tempo a disposizione dei consulenti incaricati dal pm di Crema di eseguire la perizia sulle ossa, trovate nella Panda carbonizzata della donna. La relazione sulla comparazione del DNA, resa comunque complessa dal fatto che i reperti siano stati pesantemente intaccati dal fuoco, non è ancora stata depositata.

A confermarlo è lo stesso difensore di Pasini: "A questo punto, ritengo si vada verso una proroga dei termini, per le operazioni peritali". Attorno al delicatissimo lavoro dei due medici legali, del resto, ruota l'intero cardine delle indagini.

Non solo dovranno infatti confermare, a meno di improbabili svolte, che si tratti effettivamente dei resti della 39enne; ma pure svelare se siano in grado di fornire elementi su come sia avvenuto il decesso.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.