Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

San Felice a Cancello. Omicidio Maria Tedesco. Il marito Michele Marotta ha tentato di impiccarsi in carcere durante la notte.

Miniatura della notizia (Miniatura di Giuseppe Vernieri su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY 3.0)

Ha tentato il suicidio in carcere Michele Marotta, il 34enne arrestato ieri dopo aver ucciso a colpi di pistola la moglie Maria Tedesco, 30 anni, in una zona di campagna di San Felice a Cancello (Caserta). Durante la notte, recluso da solo in una cella del carcere di Santa Maria Capua Vetere, ha provato a impiccarsi utilizzando un lenzuolo attaccato all'inferriata della finestra.

Gli agenti della polizia penitenziaria, che lo tenevano sotto stretta osservazione, sono intervenuti e gli hanno salvato la vita. Il 34enne è stato poi curato in infermeria. Intanto a San Felice a Cancello, il giorno dopo l'omicidio, la comunità è molto scossa per quanto accaduto.

Ieri mattina, Marotta e la moglie erano usciti perché, stando alla versione dell'uomo fornita ai carabinieri, lui doveva andare a ritirare il certificato medico che ne attestava la guarigione dal Covid. La coppia però ha iniziato a litigare, perché il 34enne sospettava che la moglie lo tradisse, o che lei avesse una simpatia per un altro uomo. A un certo punto, il marito ha estratto una pistola, legalmente detenuta, e ha sparato diversi colpi, uccidendo la coniuge, madre di un bambino di 6 anni.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.