Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Cavarzere. Omicidio Maila Beccarello. Confermata in Corte d'Appello la condanna a 30 anni per Natalino Boscolo Zemello.

Miniatura della notizia (Miniatura di Threecharlie, licenza CC BY-SA 3.0)

La Corte d'Assise d'Appello ha confermato la condanna a 30 anni di reclusione per Natalino Boscolo Zemello, ritenuto responsabile dell'omicidio della moglie Maila Beccarello. La donna aveva 37 anni quando venne massacrata di botte dal marito in casa, l'8 agosto 2018 a Cavarzere (Venezia).

I giudici hanno confermato in toto l'accusa di omicidio volontario per l'imputato, negando la concessione di una nuova perizia psichiatrica che era stata richiesta dalla difesa. Per la giuria Boscolo Zemello era perfettamente capace di intendere e di volere al momento del delitto.

I familiari della vittima si sono detti soddisfatti della sentenza, che coincide con il massimo previsto, considerato lo sconto che deriva dalla scelta del rito abbreviato.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.