Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Maranello. Va dai Carabinieri: "Ho ucciso la mia compagna". I militari trovano la donna viva. Arrestato un 47enne per tentato omicidio.

Miniatura della notizia (Miniatura di Captain Raju su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Questa mattina, 16 novembre, intorno alle ore 9:30, un operaio campano di 47 anni, residente a Maranello in provincia di Modena, si è recato presso la locale stazione dei Carabinieri per costituirsi, riferendo di aver ucciso la sua compagna convivente.

I militari si sono immediatamente recati nell'appartamento della coppia dove, fortunatamente, la donna era viva, ma in stato di choc, con un'evidente lesione al capo. Nelle vicinanze, una pistola con matricola abrasa, detenuta illegalmente. La vittima, ferita con un colpo d'arma da fuoco, è stata trasportata immediatamente presso l'ospedale di Baggiovara.

I chirurghi l'hanno operata ed è stato asportato il proiettile. La donna se la caverà con una ventina di giorni di cura. L'uomo intanto è stato arrestato per tentato omicidio e detenzione abusiva di arma. Successivamente è stato condotto nel carcere di Modena a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Il movente del gesto sembrerebbe passionale, da ricondurre alla crisi che la coppia stava attraversando. Lui questa mattina aveva comprato delle rose per riconquistare la sua compagna. Poi l'epilogo che, fortunatamente, non si è trasformato in un femminicidio.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.