Menu Ricerca voce
Menu
Domani sarà la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le Donne.

È una ricorrenza importante che, nell'obiettivo di eliminare qualsiasi forma di violenza nella piena affermazione dei diritti di tutti gli esseri umani, pone una marcata attenzione sul fenomeno della violenza contro le donne.

È stata ufficialmente istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1999 con la risoluzione 54/134 che richiamava i principi espressi nella risoluzione 48/104 del 23 dicembre 1993 sull'eliminazione della violenza contro le donne.

Il suddetto documento riconosce che la violenza contro le donne rappresenta, storicamente, la manifestazione della disuguaglianza tra i generi che ha portato nel tempo gli uomini alla dominazione e alla discriminazione nei confronti delle donne. Fenomeni che hanno ostacolato l'avanzamento delle donne nella società, spesso ponendole in posizioni di subordinazione.

Per questi motivi l'Assemblea ha ritenuto urgente il bisogno di istituire una giornata per ricordare che la violenza perpetrata sulle donne costituisce un ostacolo all'uguaglianza, la sicurezza, la libertà, l'integrità e la dignità di tutti gli esseri umani.

È stato scelto quel giorno per commemorare le "Sorelle Mirabal", tre donne uccise il 25 novembre del 1960 nella Repubblica Dominicana per essersi opposte alla dittatura di Rafael Trujillo, presidente che aveva governato il paese centroamericano dal 1930 al 1961.

Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Reggio Emilia. L'Amministrazione Comunale intitola un giardino alla 17enne Jessica Filianti, vittima di femminidio nel 1996.

Miniatura della notizia (Miniatura di PhotoVim su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Il 25 novembre ricorre la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Nell'avvicinarsi di tale data, la Giunta comunale di Reggio Emilia ha approvato l'intitolazione di un giardino a "Jessica Filianti, vittima di femminicidio", in ricordo della studentessa 17enne uccisa dall'ex fidanzato il 14 marzo 1996.

L'area individuata è situata tra via Giacomo Matteotti, via Pier Giacinto Terrachini e via Carlo Zucchi, all'interno del parco Matteotti, a poca distanza dal luogo in cui fu uccisa la ragazza. "Reggio Emilia non ha dimenticato Jessica Filianti, e l'intitolazione di un giardino a suo nome è il giusto tributo a una ragazza che si affacciava alla vita, vittima di un gesto violento e scellerato che ha recato dolore e lutto a una comunità intera" – afferma il sindaco, Luca Vecchi.

"Vogliamo rendere onore all'impegno della mamma, Giuliana Reggio, che in questi anni si è battuta perché la memoria di Jessica restasse viva. La nostra città e la nostra provincia devono restare vigili sul tema del femminicidio, e fare sempre più comunità per prevenire episodi di violenza contro tutte le donne".

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.