Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Torre Ovo di Torricella. Donna trovata morta lo scorso 1º novembre: il marito è indagato per omicidio volontario. L'uomo respinge le accuse.

Miniatura della notizia (Miniatura di Tommaso1963 su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Lo scorso 1º novembre in una villetta di Torre Ovo, frazione di Torricella in provincia di Taranto, è stata trovata morta, impiccata, una donna di 49 anni, Stefania Zizza, originaria di Sava. Sul caso sono in corso le indagini dei Carabinieri della stazione di Lizzano e l'esame autoptico disposto sulla salma chiarirà la dinamica dell'accaduto.

Secondo quanto riporta la stampa locale, il marito della donna è stato indagato per omicidio volontario. L'uomo nell'interrogatorio svoltosi l'altro giorno in Procura, ha respinto ogni addebito. L'informazione di garanzia si è resa necessaria per far svolgere, con tutte le garanzie di legge, e dunque nel pieno contraddittorio delle parti, l'accertamento autoptico al medico legale.

I nodi da sciogliere non mancano per gli investigatori. Stando a quanto si è appreso, i rapporti della coppia erano turbolenti da tempo, a causa della presenza di un'altra donna nella vita dell'indagato, e si erano irrimediabilmente compromessi alla fine dell'estate scorsa quando la signora Zizza aveva deciso di troncare ogni rapporto con il marito.

La donna aveva interpellato un avvocato divorzista per avviare le pratiche della separazione e l'incontro decisivo avrebbe dovuto svolgersi due giorni prima della morte, ma fu rinviato all'ultimo minuto. Il 1º novembre il marito, stando a quanto da lui riferito, ha trovato la vittima impiccata nel garage della villetta di famiglia a Torre Ovo. Niente che facesse presagire il gesto estremo da parte della 49enne.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.