Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Stalettì. Omicidio Loredana Scalone. Uccisa a coltellate e nascosta tra gli scogli. Il gip convalida il fermo di Sergio Giana.

Miniatura della notizia (Miniatura di Salvatore Migliari su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY 3.0)

Il gip di Catanzaro ha convalidato il fermo di Sergio Giana, di 36 anni, disponendone la detenzione in carcere. L'uomo è reo confesso dell'omicidio di Loredana Scalone, 51 anni, trovata senza vita la sera del 24 novembre 2020 sulla Scogliera di Pietragrande, nel comune di Stalettì.

La vittima è stata uccisa a coltellate. Giana aveva una relazione sentimentale con la vittima. Il 36enne, fermato dai carabinieri, ha tentato di difendersi affermando di essere stato aggredito per primo dalla donna e di avere reagito per difesa. Una ricostruzione che non gli è servita a evitare la convalida del fermo.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.