Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Portogruaro. Omicidio Marcella Boraso. Dopo la confessione in carcere di Wail Baoulaied, arrestato anche il complice: Mohammed Rabih.

Miniatura della notizia (Miniatura di SirLeonidas su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Dopo aver trascorso la serata con lei, l'hanno uccisa perché aveva scoperto che uno di loro aveva tentato di rubare all'interno della camera dal letto. È quanto emerso dalle indagini sull'omicidio di Marcella Boraso, la 59enne trovata morta nella sua abitazione di Portogruaro (Venezia) lo scorso 21 luglio.

Nelle ultime ore i carabinieri hanno arrestato Mohammed Rabih, 21enne marocchino, ritenuto il complice di Wail Boulaied, connazionale di 23 anni, già finito in carcere subito dopo il delitto.

Quest'ultimo, la settimana scorsa, in un interrogatorio, oltre ad aver confessato l'omicidio aveva fornito elementi utili agli investigatori per dare un nome al suo complice. Il corpo di Marcella Boraso era stato trovato dai vigili del fuoco a seguito un incendio nella sua abitazione e ciò che aveva fin da subito spinto i carabinieri a ipotizzare che si fosse trattato di un omicidio era una ferita alla testa.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.