Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Capalbio. Omicidio Madalina Luminita. Il parroco durante le esequie: "Perdonaci se qui in Italia non siamo stati capaci di ascoltarti".

Miniatura della notizia (Miniatura di Mongolo1984 su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Nei giorni scorsi sono stati eseguiti i funerali di Elena Madalina Luminita, la 32enne romena uccisa dal marito Adrian Luminita nella propria residenza a Pescia Fiorentina di Capalbio (Grosseto).

La cerimonia è stata officiata da don Marcello Serio, parroco di Borgo Carige, che ha chiesto scusa alla vittima: "Perdonaci Madalina se qui in Italia non siamo stati capaci di ascoltarti". Nell'omelia, il parroco ha parlato del terribile momento di buio che i familiari della defunta e le due comunità, quella capalbiese e quella rumena, stanno attraversando.

Sull'altare ha abbracciato la mamma della donna, arrivata tre giorni fa dalla Romania con l'altra figlia e il genero. "Siamo di fronte a una madre e una sorella che sono un esempio per il loro dolore composto. Un dolore che non cerca vendetta ma solo giustizia. Siamo qui a piangere e siamo costretti a chiederci perché nel 2020 dobbiamo ancora piangere a causa di questi fatti".

"Perché dobbiamo piangere per mano di chi avrebbe dovuto comprendere, portare rispetto all'altro. Dio ha creato l'uomo per stare di fronte alla donna. Lo sposo e la sposa si devono amare, baciare e non odiare. Siamo intontiti e non capiamo cosa stia succedendo". Don Marcello ha poi ricordato che a Capalbio esiste un centro di ascolto antiviolenza. "Apriamoci, alziamo la testa, usciamo dalla paura. Parliamo".

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.