Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Lecce. Omicidio Eleonora Manta e Daniele De Santis. La Procura ha richiesto il giudizio immediato per Antonio De Marco.

Miniatura della notizia (Miniatura di Giuseppe Milo su Flickr, licenza CC BY 2.0)

La Procura di Lecce ha chiesto il giudizio immediato per Antonio De Marco, lo studente di scienze infermieristiche, reo confesso dell'omicidio dell'arbitro Daniele De Santis e della sua fidanzata, Eleonora Manta. Il 21enne, detenuto nel carcere leccese di Borgo San Nicola, è accusato di duplice omicidio volontario aggravato dalla premeditazione e dall'aver agito con crudeltà, oltre che di porto abusivo di coltello.

Lo scorso 28 settembre il giovane, dopo essere stato fermato, aveva confessato agli inquirenti di aver ucciso a coltellate, nella notte del 21 settembre, i due giovani fidanzati, suoi ex inquilini: "Ho fatto una cavolata, so di aver sbagliato. Li ho uccisi perché erano troppi felici e per questo mi è montata la rabbia".

Il 21enne, nei mesi precedenti, aveva preso in affitto una stanza nell'appartamento delle due vittime, con cui per brevi periodi aveva convissuto, dal momento che la coppia a volte si fermava a dormire nella casa.

Su richiesta del proprietario, Daniele De Santis, il giovane aveva lasciato l'appartamento ad agosto e si era trasferito in un'altra casa, sempre a Lecce. Proprio da allora sembra aver cominciato a pianificare l'omicidio.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.