Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Nardò. Tenta di far esplodere una bombola e sottrae il figlio alla ex compagna: un 37enne arrestato per maltrattamenti e stalking.

Miniatura della notizia (Miniatura di Lupiae su it.wikipedia.org, licenza CC BY-SA 3.0)

Per portare via il figlio minore, affidato alla ex moglie, ha minacciato di far esplodere una bombola di gas trovata sul pianerottolo dell'abitazione della donna e usata come ariete per sfondare la porta.

Tutto è cominciato nella tarda serata di ieri, 24 dicembre, quando un 37enne, originario del Bangladesh e residente a Nardò (Lecce), nel tentativo di sottrarre il figlio minore affidato alla coniuge, dalla quale è in fase di separazione, ha fatto esplodere dei petardi lanciandoli sul balcone dell'abitazione della donna, sua connazionale. In seguito è riuscito a introdursi in casa, forzando il portone con una bombola di gas.

I familiari della donna sono riusciti a evitare l'incendio, ma non hanno impedito al 37enne di prendere in braccio il figlio e scappare via. Solo successivamente i poliziotti sono riusciti a fermarlo. Alla fine è stato arrestato in flagranza di reato e, su disposizione della Procura, è stato sottoposto ai domiciliari presso la propria abitazione.

Atti persecutori, maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate, danneggiamento, resistenza e violenza a pubblico ufficiale sono le accuse a suo carico. Il minore è stato riaffidato alla madre.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.