Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Tribunale di Sassari. Caso Speranza Ponti. Massimiliano Farci accusato di omicidio: il 53enne è stato rinviato a giudizio.

Miniatura della notizia (Miniatura di Benoît Prieur su Wikipedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Massimiliano Farci è stato rinviato a giudizio. Il gup del Tribunale di Sassari ha accolto questa mattina, 5 gennaio 2021, la richiesta della Procura che accusa il 53enne, originario di Assemini (Cagliari), di aver ucciso la compagna, Speranza Ponti, 50 anni.

Il processo si aprirà al termine del prossimo mese di marzo. Secondo le risultanze delle indagini condotte dagli inquirenti, il movente del delitto sarebbe di natura economica: l'uomo avrebbe voluto impossessarsi dei risparmi della vittima. Il corpo della 50enne, originaria di Uri (Sassari), fu ritrovato dopo quasi due mesi dalla sua scomparsa.

Fu proprio Farci a indicare agli investigatori il luogo esatto: un campo alla periferia di Alghero. Dichiarò di aver trovato la donna impiccata nella casa che i due condividevano (l'uomo era in regime di semilibertà, era stato condannato all'ergastolo per l'omicidio di un uomo nel 1999). Dopodiché aveva nascosto il cadavere per paura di non essere creduto dagli inquirenti.

"Respingiamo le accuse della Procura relativamente all'omicidio. La tesi - dichiara l'avvocato del 53enne - si basa su ipotesi che non hanno alcun riscontro medico legale e lo dimostreremo nel corso del dibattimento".

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.