Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Golfo Aranci. Accusato di sequestro e violenza sessuale. Contrariamente alla richiesta del pm, un 39enne è stato rinviato a giudizio.

Miniatura della notizia (Miniatura di Carlo Pelagalli su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Colpo di scena sul caso di presunta violenza sessuale e sequestro di persona denunciato da una donna cagliaritana di 37 anni che vede imputato un 32enne di Golfo Aranci (Sassari).

Ieri, 14 gennaio, contrariamente alla richiesta di non luogo a procedere presentata dal pm, la gup del Tribunale di Tempio Pausania ha accolto la richiesta dell'avvocato di parte civile e ha rinviato a giudizio l'imputato.

Secondo l'accusa, l'uomo conobbe la donna nella primavera del 2018, tramite i social. La convinse a trasferirsi a Golfo Aranci, dove lui le avrebbe offerto di lavorare in un ristorante della zona. Al suo arrivo in Gallura, la vittima sarebbe stata narcotizzata e tenuta segregata per 49 giorni nella casa dell'imputato, dove avrebbe subito ripetute violenze sessuali.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.