Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Bolzano. La scomparsa di Laura Perselli e Peter Neumair. Convalidato il fermo del figlio Benno, accusato di duplice omicidio.

Miniatura della notizia (Miniatura di Tuxyso su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Benno Neumair resta in carcere. Il giudice per le indagini preliminari ha convalidato il provvedimento di fermo nei confronti del 30enne e disposto la custodia cautelare, ritenendo sussistenti i pericoli di inquinamento delle prove, di fuga e di reiterazione del reato.

Durante l'udienza per la conferma del fermo, svoltasi ieri 30 gennaio, l'uomo accusato di aver ucciso i suoi genitori, Carla Perselli e Peter Neumair, si è avvalso della facoltà di non rispondere. I legali spiegano che lo farà in uno dei prossimi interrogatori.

Accolto in toto, quindi, il teorema accusatorio della procura secondo cui Benno, dopo aver ucciso i genitori, li avrebbe trasportati con l'auto fino al ponte Ischia–Frizzi e da lì li avrebbe gettati nell'Adige. Duplice omicidio dopo il quale, sempre secondo i pm, avrebbe cercato di inquinare le prove, tentando di ripulire la vettura dei suoi genitori a un autolavaggio e con dell'acqua ossigenata.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.