Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Corte di Cassazione. Sparò all'ex moglie a Latina. Arriva la condanna definitiva a 8 anni di reclusione per tentato omicidio.

Miniatura della notizia (Miniatura di Mister No su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY 3.0)

Costantino "Pesce" Di Silvio era stato arrestato e condannato per tentato omicidio. A Latina la notte del 14 luglio 2018 l'uomo, oggi 54enne, era andato sotto casa di alcuni parenti e aveva esploso cinque colpi di arma da fuoco contro l'ex moglie, Manuela Piccirilli, tre dei quali avevano colpito la donna alla schiena e a un braccio.

Per questo l'imputato era stato condannato sia in primo che in secondo grado a 8 anni di reclusione. Una pena che ieri è stata confermata dalla Corte di Cassazione, che ha respinto il ricorso della difesa.

Quella notte di quasi tre anni fa, "Pesce", dopo gli spari, si era rifugiato nello studio legale per il quale lavorava. L'uomo aveva spiegato di essere esasperato perché l'ex moglie, che per quegli spari fu anche operata al Goretti di Latina, le aveva messo contro le due figlie.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.