Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Milano. Pedopornografia e violenza sessuale su due ragazze minorenni. Arrestati tre uomini di 24, 33 e 60 anni dalla Polizia locale.

Immagine della notizia

Tre uomini di origine sudamericana, un 24enne, un 33enne e un 60enne sono stati arrestati il 1º febbraio dal nucleo tutela donne e minori dell'Unità investigazioni e prevenzione della Polizia locale di Milano.

Sono tutti accusati di aver violentato due ragazze minorenni con l'aggravante dell'uso di sostanze alcoliche e, in un caso, per aver realizzato e poi diffuso video pedopornografici. Gli arresti sono scaturiti dalla notizia di reato inviata dal Soccorso violenza sessuale e domestica della Clinica Mangiagalli alla Procura lo scorso 4 dicembre, quando una ragazza di 14 anni, accompagnata dalla madre, si è presentata riferendo di aver subito abusi sessuali quello stesso giorno da parte del 24enne, che conosceva, e di un 33enne.

Secondo le ricostruzioni, la giovane aveva appuntamento la mattina con il 24enne in zona Bignami. All'appuntamento, dopo aver acquistato alcolici in un supermercato, si sono recati insieme al 33enne in uno scantinato in zona. Dopo aver bevuto diversi bicchieri, la giovane ha avuto un mancamento e quando ha riaperto gli occhi si è accorta che il conoscente la stava molestando, ma non è riuscita a respingerlo poiché troppo debole.

Svenuta nuovamente, si è risvegliata qualche ora dopo in un'auto, sul sedile posteriore con i pantaloni abbassati e il 33enne a fianco che continuava, scrive la polizia locale, a metterle le mani addosso. Al ritorno a casa, nel tardo pomeriggio, la giovane ha raccontato quanto accaduto alla madre e, insieme, sono andate al pronto soccorso.

Alla luce delle dichiarazioni rese da testimoni diretti e indiretti si è risaliti a un'altra ragazza violentata lo scorso marzo sempre da parte del 24enne in concorso con il 60enne, entrambi conosciuti dalla vittima. In questo caso, il più giovane ha anche realizzato e poi diffuso dei video della violenza sessuale commessa mentre lei era priva di conoscenza, a causa delle quantità di alcol assunte.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.