Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Trento. Omicidio Deborah Saltori a Cortesano. I primi risultati dell'autopsia: due colpi alla testa, fatali per la vittima.

Immagine della notizia (Miniatura di Sailko su Wikimedia Commons, licenza CC BY 3.0)

Due colpi, probabilmente di accetta, uno al cranio e uno alla carotide, fatali per Deborah Saltori, la 42enne uccisa lo scorso 22 febbraio a Cortesano, frazione di Trento.

Secondo le prime indiscrezioni, l'autopsia effettuata ieri sul corpo della donna, aggredita mortalmente dal marito Lorenzo Cattoni, 39 anni, avrebbe confermato le deduzioni della prima ispezione.

L'ex compagno, con il quale era in corso una causa di separazione, aveva attirato la vittima sul luogo del delitto con un pretesto, prima di ucciderla e poi tentare di suicidarsi. L'uomo è ancora ricoverato in ospedale. Avrebbe già sottoposto in passato la moglie a svariati maltrattamenti ed era stato ammonito due volte dal questore di Trento per violenza domestica.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.