Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Faenza. Omicidio Ilenia Fabbri. 2.200 euro in contanti trovati in casa di Pierluigi Barbieri. Potrebbero essere il compenso per il delitto.

Immagine della notizia (Miniatura di Gianni Careddu (Discanto) su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Quando mercoledì Pierluigi Barbieri è stato arrestato, la Polizia ha trovato e sequestrato in casa sua 2.200 euro in contanti. Soldi per i quali al momento non c'è una spiegazione certa ma che, almeno in linea teorica, potrebbero essere collegati al femminicidio di Ilenia Fabbri.

Il presunto sicario assoldato dall'ex marito della donna, Claudio Nanni, era disoccupato da tempo, nel 2020 aveva trascorso alcuni mesi in carcere dopo aver partecipato alla spedizione punitiva contro un disabile ed era spesso senza soldi.

Per questo si prestava a delitti su commissione: pestaggi e rapine. Sarà da verificare se quei soldi sono legati alla morte della donna di 46 anni ed è presumibile che qualche informazione in più si potrà avere dagli interrogatori di garanzia, attesi tra il fine settimana e lunedì.

A proposito del compenso, il giorno degli arresti il procuratore capo di Ravenna ha riferito: "Non pensiamo a una cifra altissima". Sono inoltre in corso accertamenti sull'auto di Barbieri, la Toyota Yaris che compare nei video nel giorno del delitto.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.