Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Mondragone. Uccisa dall'ex fidanzato nel 2006. Un risarcimento di 50 mila euro per la famiglia della giovane Veronica Abbate.

Immagine della notizia (Miniatura di Viaggio Routard su Flickr, licenza CC BY 2.0)

Risarcimento di 50 mila euro per la famiglia di Veronica Abbate. La ragazza, originaria di Mondragone (Caserta), fu uccisa dall'ex fidanzato, Mario Beatrice, nel settembre del 2006, a soli 19 anni. Il ragazzo, non era mai riuscito ad accettare del tutto la loro separazione.

Più volte aveva infatti tentato di riavvicinarsi alla giovane. Quest'ultima però, aveva sempre rifiutato le sue avances. Lui, al tempo allievo della guardia di finanza, decise così di spararle un colpo alla testa, utilizzando la pistola d'ordinanza. Fu lo stesso Beatrice in seguito, a confessare di aver ucciso la giovane Veronica, poiché non era riuscito a superare la fine della loro relazione.

Oggi, dopo l'iniziativa promossa dal Viminale, che metterà a disposizione dei familiari delle vittime di femminicidio, reati di tipo mafioso e di violenze sessuali 260 mila euro, i genitori della povera Veronica sono stati finalmente risarciti.

Naturalmente, nessuna somma potrà mai colmare il dolore patito dalla famiglia in questi anni. Dal 2008, la madre di Veronica è diventata uno dei volti simbolo dell'associazione Veri, nata per contrastare il fenomeno del femminicidio.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.