Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Agrigento. Ubriaco, maltratta e minaccia di morte la moglie. Un 33enne denunciato: era già destinatario di un ordine di allontanamento.

Immagine della notizia (Miniatura di Codex su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Ubriaco maltratta e minaccia di morte la moglie. La donna ha afferrato fra le braccia la figlia neonata e, per scampare al pericolo, è fuggita trovando riparo in casa di un'amica. L'uomo, un 33enne, è riuscito però, poco dopo, a raggiungerla con un'unica e sola pretesa: riportare a casa la figlioletta.

A intervenire in un'abitazione di Agrigento per riportare la calma ed evitare disgrazie sono stati, nella serata di Pasqua, i poliziotti della sezione Volanti della Questura, che hanno trovato l'uomo in forte stato confusionale, palesemente ubriaco. Gli agenti, dopo aver ricostruito l'episodio, lo hanno denunciato per maltrattamenti in famiglia e minacce.

La vittima ha riferito agli agenti dei maltrattamenti di quel pomeriggio, che non erano affatto i primi, ma anche di una video-chiamata ricevuta poco prima proprio dal marito che le mostrava un cappio attaccato al lampadario. L'uomo, stando alle ricostruzioni, pare manifestasse l'intenzione di togliersi la vita.

Il 33enne avrebbe avuto atteggiamenti violenti, non soltanto contro di lei, ma anche contro il figlio della donna, nato da una precedente relazione. Dopo essere stato condotto alla caserma "Anghelone" di Agrigento, è emerso che a suo carico c'era già un precedente ordine di allontanamento.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.