Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Pioltello. Vittima di maltrattamenti, l'ex compagno le aveva rotto il naso. Lei non lo voleva denunciare, ma ci ha pensato il padre.

Immagine della notizia

Nonostante lui le avesse rotto il naso con un pugno, lei non lo voleva denunciare. Per fortuna, grazie a suo padre, la storia è uscita dalle mura di casa e il compagno violento è finito in manette.

L'ennesima storia di maltrattamenti in famiglia arriva da Pioltello in provincia di Milano, dove nel pomeriggio di mercoledì scorso i Carabinieri di Cassina de' Pecchi hanno eseguito un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal gip del Tribunale di Milano nei confronti di un 68enne italiano.

L'uomo è considerato responsabile del reato di maltrattamenti contro familiari e lesioni aggravate nei confronti della compagna italiana, 44enne. I due nell'agosto del 2020 avevano iniziato una relazione sentimentale che, sin da subito, per la donna si era trasformata in un incubo.

Tra una serie di episodi violenti, l'apice era arrivato il 15 marzo quando, nel corso dell'ennesima lite, la donna era stata colpita al volto con un pugno che le ha provocato la frattura del setto nasale, con una prognosi di 25 giorni. La vittima, completamente in balia dell'ex compagno, si era rifiutata di denunciarlo, ma suo padre ha informato i Carabinieri dei fatti.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.